+39 338 1054953


Video Marketing 2022: la Guida Definitiva #4

Video Marketing
  • Illustration

    Roberto Ferranti

    30 Febbraio 2022

Guida completa per la tua strategia di Video Marketing nel 2022.
In questa guida troverai:
• Come creare video efficaci• Come promuovere i tuoi video • Come aumentare le conversioni con i video• Molto altro ancora


Capitolo #4 Come Girare Bene un Video

Calcolatrice

Qualunque sia l’attrezzatura che hai scelto di usare, in questo capitolo vedrai come girare al meglio il tuo video:
● Prima Scrivi
● Cosa Scrivere (una formula che ti aiuta)
● Inquadratura


Come Girare Bene un Video / Prima Scrivi

Hai deciso di fare video, sei preparato, sai cosa vuoi dire, sei competente. Prendi Il telefono e schiacci REC.
Aspetta un momento!

Prima di girare scrivi quello che vuoi dire. Essere super esperti in un settore, non significa saper raccontare in modo chiaro, semplice ed esaustivo. Soprattutto se racconti usando i video.

Scrivere prima di tutto ti permette di capire se quello che hai nella tua testa è chiarissimo e comprensibile per chi non sa nulla dell’argomento.

Anche se nella tua mente è tutto chiaro e scontato, scriverlo ti aiuta a renderlo ancora più chiaro, prima di tutto a te stesso. ⁣⁣⁣


Scrivere e poi rileggere qualcosa che fino ad ora era solo nella tua testa ti aiuta ad organizzare i tuoi pensieri⁣⁣:
● Non dilungarti
● Togli il superfluo
● Scrivi una prima bozza
● Rileggila, sintetizzala, asciugala
● Lascia l'essenziale
● Non usare termini tecnici
● Non fare il professore ● Parla come faresti ad un bambino

Quando registri il video tieni a mente questi suggerimenti:
● Non leggere platealmente quello che hai scritto
● Non fare giri di parole
● Non uscire dal seminato
● Registra i paragrafi a blocchi
● Guarda sempre l'obiettivo, non il monitor


C’è sempre spazio per improvvisare, ma solo quando l’argomento del quale vuoi parlare è dentro te, l’hai assimilato completamente⁣⁣⁣.

Durante il video puoi aggiungere degli aneddoti personali, delle metafore, puoi arricchire con altre informazioni utili. Ricorda però di non divagare troppo, improvvisare qualcosa in più non vuol dire allungare il brodo.

Ricorda che approssimativamente per un minuto di video si scrivono 160 parole.⁣⁣⁣


Come Girare Bene un Video / Cosa Scrivere

Quando ti metti a scrivere quello che dirai, che ci scrivi? Come lo scrivi?

Pensa di affrontare un argomento che chi ti guarda non conosce minimamente nei dettagli, sa di che stai parlando e ovviamente gli interessa, altrimenti nemmeno starebbe a guardarti.

Però non sa esattamente cosa fare per ottenere dei risultati tangibili ascoltando quello che dici.


Ad esempio, sei un personal trainer e l’argomento del tuo video è come dimagrire.
● Cosa vuole sapere chi ti sta guardando?
● Che domande ti farebbe la prima volta che ti incontra?
Prendi un foglio, o mettiti davanti al computer, e fai un elenco delle domande che ti farebbe una persona che vuole dimagrire la prima volta che ti incontra.


Fatti queste domande:
● Devo andare in palestra?
● Devo usare degli attrezzi?
● Quante volte alla settimana devo fare gli esercizi?
● Li posso fare a casa o in ufficio, in hotel, in vacanza? ● Quanto ore ci devo dedicare ogni giorno?
● Dopo quanto tempo posso vedere dei risultati?
● Cosa devo mangiare e cosa evitare?
● Devo sempre stare con te o posso farli anche da solo?
● Quanto mi costa?
● Devo farlo per sempre o basta un periodo definito?


Insomma fatti delle domande che ti farebbe chiunque non ha mai fatto esercizi fisici con lo scopo di dimagrire.
Sicuramente a te verranno in mente molte altre domande che ti hanno fatto i tuoi clienti.

Ricorda però di non divagare, mantieniti focalizzato sul tema che stai trattando, cioè come dimagrire.

Quando hai elencato tutte le possibili domande, scrivi le risposte.

Mantieni il fuoco sul messaggio chiave, non divagare.


Come Girare Bene un Video / una Formula

Ti sei già posto quelle domande che interessano al tuo pubblico, hai identificato un problema e quando scrivi come affrontare e risolvere quel problema tieni a mente questa semplice formula:
1. Qual’è il problema specifico
2. Quali sono le conseguenze di questo problema
3. Quale soluzione proponi per risolvere il problema
4. Qual’è il risultato del tuo consiglio
5. Quali sono i benefici finali che il tuo pubblico ne trae


1. Problema specifico
Prendo come esempio sempre quello del personal trainer.
Un problema che hai identificato è come dimagrire senza andare in palestra.
Inizia dicendo subito, nei primi secondi del video, quale sarà il problema che affronterai, senza tanti sfronzoli o introduzioni noiose e, spesso, scontate.
Successivamente scrivi quali sono le conseguenze che puoi avere se sei un pò sovrappeso.


2. Conseguenze del problema
● Ti senti affaticato
● Ti manca il fiato
● Non hai l’aspetto che desideri
● Quella pancetta che vedi allo specchio non ti piace proprio
● Sta arrivando l’estate e il costume non lo vuoi neanche vedere


3. Soluzione al problema

Mostra alcuni semplici esercizi che chiunque può fare a casa propria, quando uno ne ha voglia, senza la necessità di usare attrezzi particolari.

Descrivi nel dettaglio come farli, quanti farne, quante volte al giorno o alla settimana. Dopo quanto tempo puoi vedere dei risultati.

Mostra tu come fare l’esercizio di cui parli.


4. Risultato dei tuoi consigli

Descrivi quale risultato si può raggiungere e in quanto tempo, seguendo le indicazioni che hai dato.

Ad esempio: puoi perdere fino a 1 kg alla settimana se fai questo numero di esercizi, oppure 1 kg ogni due settimane se li fai con quest’altra frequenza.


5. Benefici
Concludi rimarcando quali sono i benefici che si potranno seguendo le tue indicazioni:
● Perderai quei chili di troppo
● Ti stancherai meno durante una passeggiata
● Sarà un piacere guardarti allo specchio
● Non vedrai l’ora di mettere il costume in spiaggia


Come Girare Bene un Video / Tieni il Testo Vicino a Te

Se sei all’inizio è sempre meglio avere i fogli che hai scritto sempre vicino a te.
Avere i fogli del tuo testo a portata di mano non significa che devi impararlo a memoria e ripeterlo come un pappagallo.
Ti accorgerai che solo il fatto di aver scritto quello che avevi in testa, te lo ha fatto assimilare molto meglio, ora è dentro di te.
Ti puoi permettere di improvvisare dicendo qualcosa che arricchisce ancor di più il tuo concetto, puoi aggiungere aneddoti e metafore.
Sarai più sciolto e naturale.


Mentre stai girando il video può accadere che ti fermi, hai un vuoto mentale, ti dilunghi senza volerlo, perdi il filo del discorso, ti fermi.
Continua a registrare senza interrompere il video, rileggi il tuo foglio e poi riprendi da dove ti sei fermato.Successivamente taglierai quelle parti vuote in montaggio.
Anche gli attori o i conduttori TV hanno a portato di mano il testo di quello che devono dire. Anzi a volte hanno il testo scritto che scorre su un monitor davanti a loro, leggono letteralmente quello che dicono.


Se sei all’inizio puoi usare un Teleprompter. Come fanno al telegiornale. In questo modo leggi letteralmente quello che hai scritto.

Leggere il testo però ti fa correre il rischio di diventare troppo meccanico. Inoltre devi fare pratica per evitare che si vedano gli occhi che vanno da sinistra a destra leggendo la riga.

Fai quindi attenzione, si può vedere che stai leggendo, quando questo accade, il video appare meno spontaneo.


Come Girare Bene un Video / Inquadratura

Il modo in cui appari nel video dipende molto anche dal tipo di inquadratura che usi. Ogni inquadratura ha uno scopo diverso, trasmette sensazioni differenti. Sono quattro le inquadrature principali che puoi usare:
● Totale
● Mezzo Busto
● Primo Piano
● Primissimo Piano


Illustration

Totale
Sei inquadrato dalla testa ai piedi, in figura intera. Puoi essere in piedi o seduto. L’ambiente che ti circonda assume un significato importante, quello che hai intorno racconta molto di te.
Il luogo, gli oggetti, l’arredamento, lo sfondo dicono che tipo di persona sei, i tuoi gusti, la tua personalità, il tuo carattere.
Comunichi anche con i gesti, il linguaggio del corpo, ti puoi muovere nell’ambiente che hai scelto.
Sei però distante, discreto, puoi rischiare di sembrare timido.


Illustration

Mezzo Busto

Sei inquadrato dal petto fino a sopra la testa. Sei come un conduttore del telegiornale. Sei rassicurante, discreto, più vicino a chi ti guarda, ma non troppo invadente.

La tua espressione del volto, la gestualità ti aiutano a comunicare emozioni, ma discretamente.

Lo sfondo può essere neutro, oppure con alcuni oggetti che comunicano degli aspetti della tua persona.

Sei più formale, non troppo distante ma nemmeno troppo intimo.


Illustration

Primo Piano

Sei inquadrato dalle spalle in su. Sei più intimo, vicino, empatico, come se stessi parlando ad un tuo amico al bar.

L’espressione del tuo volto, gli occhi, assumono un ruolo importante.

Per usare questo tipo inquadratura devi però essere molto disinvolto, esperto nel parlare davanti all’obiettivo.

Meglio usarlo quando sei un pò più esperto.


Illustration

Primissimo Piano

Si vede solo il tuo volto. Sei vicinissimo, la tua espressione parla tanto quanto le tue parole. Il modo in cui parli è predominante, come quando sei faccia a faccia con un’altra persona.

È l’inquadratura più difficile da usare, devi essere molto sicuro di te, abituato a comunicare con decisione ed enfasi.

Sei un persuasore.


Video Marketing 2022: la Guida Definitiva

Ricevi ogni mese la mia Newsletter Social Media Video con le migliori strategie, risorse e strumenti per comunicare efficacemente con i video sui social media